Quali sono i biscotti vegani?

di Il mio granaio
martedì 23 agosto 2022

Quali sono i biscotti vegani?

 

In premessa lo diciamo subito a scanso di equivoci “i dolci e biscotti vegani sono buoni e golosi quanto quelli tradizionali”.

 

Quindi è certamente possibile gustare le pastafrolle o i biscotti, pur essendo privi di latte, burro, uova o miele.

Come per tutte le ricette vegane, pure i biscotti vegani non devono in alcun modo prevedere l'utilizzo di qualsivoglia ingrediente di origine animale, è questo uno dei motivi per cui questi prodotti sono di fatto più sani e costituiscono un’alternativa più leggera rispetto alle ricette tradizionali classiche; in sintesi i biscotti vegani sono gustosi e leggeri.

 

 

Ingredienti dei biscotti vegani

 

Nella composizione dei biscotti vegani, i grassi animali tipo strutto e burro sono sostituiti dalla margarina vegetale e oli vegetali, ad esempio come quelli di soia, di girasole, di cocco o d’arachide.

 

La panna di latte vaccino è sostituita con panna di soia.

 

La bontà del prodotto sta nella ricerca del giusto equilibrio di sapori e ingredienti.

 

A questo proposito l’insieme dell’utilizzo di ingredienti più sani, come le farine integrali o i dolcificanti diversi dallo zucchero bianco, sono motivi validi per preferire i biscotti vegani che, diversamente da quanto si possa credere, si rivelano squisiti anche alla prova dei palati più esigenti.

 

Questo perché siamo abituati a pensare che se manca qualcosa non è buono, che è un ripiego, non è così, in realtà sono ricette che prevedono l’uso di ingredienti diversi se non addirittura migliori di quelli tradizionali.

 

I biscotti vegani, buoni per ogni momento della giornata

 

I biscotti vegani sono ideali sia per la prima colazione sia per la merenda e come già accennato sono ottimi e gustosi rappresentando il meglio del compromesso tra gusto e salute.

 

Chiaramente non contengono burro, uova e altri ingredienti di derivazione animale, ma a questa tipologia di biscotti possono aggiungersi altri piacevoli ingredienti come le gocce di cioccolato fondente che li fanno diventare semplicemente straordinari; anche al non vegano rivolgiamo l’invito di provare l’assaggio così di godere e assaporare un intenso momento di gusto e di felicità.

 

Biscotti vegani: i benefici

 

I biscotti vegani sono “cruelty free”, che significa senza crudeltà, su questo principio molte persone con consapevolezza fanno scelte basate su criteri salutistici e etico/ambientali entrando nel mondo dei vegetariani, dei vegani e dei fruttariani.

 

Quindi il prodotto vegano si basa sulla negazione assoluta del cibo i cui ingredienti sono di origine animale e che per ottenerlo si è fatta violenza su delle creature viventi e senzienti, quindi dotati di sensibilità che soffrono quando vengono uccisi a volte con metodi cruenti che portano tanta sofferenza all’animale.

 

I biscotti vegani proprio perché “cruelty free” non contengono nessun ingrediente di origine animale.

 

Le caratteristiche dei biscotti vegani

 

 

Però l’attenzione perché il prodotto sia ottimale è anche rivolta a tutti gli altri ingredienti che lo formano, devono perciò essere possibilmente biologici e integrali, cioè il meno raffinati possibile, si pensi alle farine integrali che oltre alla loro ricchezza di fibre, vitamine e sali minerali, contribuiscono in maniera efficace alla riduzione dell’assorbimento dei grassi e del colesterolo e alla diminuzione dell’indice glicemico del biscotto con la significativa diminuzione della risposta insulinica dell’organismo, cosa molto importante quando si tratta di dolci.

 

Pertanto i biscotti vegani sono ideali per tutti coloro che intendono mangiare sano e nel contempo non vogliono rinunciare alla bontà e alla dolcezza dei biscotti preparati con soli gustosi ingredienti naturali.

 

A tal proposito vi sono tanti biscotti, snack e merendine vegane che si possono trovare al supermercato vicino casa o negli store online, in bella vista tra gli scaffali virtuali.

 

La dieta vegana

 

Molte persone seguono la dieta vegana convinti, a ragione, che serva a tutelare sia gli animali sia l’ambiente, noi aggiungiamo che anche la salute fisica ne trae i benefici.

 

Il segreto è quello di mantenere i corretti equilibri nutrizionali, garantendo all’organismo ogni elemento di cui ha bisogno usando accortezza sui prodotti che si scelgono, viceversa la parola “Vegano” perde di significato non essendo un sinonimo di “salutare”.

 

Trovare o produrre in casa biscotti vegani che siano insieme privi di derivati animali e anche salutari e gustosi come quelli tradizionali, è una sfida difficile ma non impossibile.

 

Sappiamo che per essere definito vegano, un prodotto non deve contenere latte, burro, yogurt e uova.

 

Per nostra fortuna, figli di quest’epoca, esistono oggi molti sostituti vegetali dei suddetti ingredienti, per esempio, per ottenere la stessa consistenza del latte può essere usato il cocco.

 

 

Le alternative al latte, burro e uova

 

Per le uova in alternativa si possono impiegare le salse di mele oppure i semi di lino o altri prodotti sostitutivi vegani specificatamente venduti nei negozi specializzati.

 

L’eliminazione di latte, burro e uova rende il biscotto vegano più salutare.

 

Un biscotto vegano senza derivati animali rischia però di essere più calorico del suo equivalente tradizionale, in quanto nella ricetta gli ingredienti come olio di cocco, burro vegano, burro di noci/frutta secca, e anche le farine, come quella di noci e lo zucchero hanno tutti ingredienti ad alto tasso calorico.

 

Quindi orientarsi tra gli scaffali per scegliere il biscotto vegano migliore diventa importante, un consiglio gratuito è quello di scegliere solamente i prodotti che al massimo contengono intorno 150 calorie per porzione, l’informazione è facilmente leggibile sull’etichetta.