Qual è la migliore marca di pasta senza glutine?

di Il mio granaio
domenica 11 settembre 2022

Qual è la migliore marca di pasta senza glutine?

 

 

In questo articolo andremo a parlare di uno degli alimenti più amato dagli italiani: la pasta e la pasta senza glutine.

 

La pasta è un alimento molto versatile, basta infatti un semplice sugo di pomodoro per preparare un piatto che seppur semplice mette tutti d’accordo a tavola.

 

La pasta oggi la si può scegliere tra una gamma di tipologie che superano i 200 formati ed è oltretutto realizzata con diverse tipologie di farine, comprese quelle integrali.

La conoscenza delle varie caratteristiche della pasta è basilare per avere maggiore consapevolezza dell’alimento specialmente durante la fase di acquisto.

 

Nell’articolo però ci soffermeremo su un spetto particolare, cioè sui tipi di pasta adatte per le persone affette da celiachia: ci stiamo quindi riferendo alla pasta senza glutine.

 

 

Cos’è la pasta senza glutine

 

Prima di capire quali sono le principali caratteristiche che definiscono la pasta senza glutine, definiamo meglio cos’è il glutine e perché è così spesso la causa di intolleranze o importanti allergie.

 

Il glutine è una proteina, o complesso proteico, contenuta in diversi cereali, la contengono il grano, la segale, il farro; in alcuni soggetti sensibili può provocare una reazione immunitaria che in seguito può trasformarsi in infiammazione capace di provocare un danno al rivestimento dell’intestino tenue.

 

Questo disturbo chiamato “celiachia” è una malattia che impone a chi ne soffre di consumare unicamente pasta senza glutine.

 

La tipologia della pasta senza glutine è prodotta con la sostituzione delle farine contenenti il glutine con altre farine che ne sono prive, con un sapore più delicato e in alcuni casi molto simile alla pasta tradizionale.

 

Le farine che sono tra le più utilizzate per produrre la pasta senza glutine sono quella di riso, di mais, di amaranto, di grano saraceno, di quinoa e di legumi.

 

Valori nutrizionali della pasta senza glutine

 

I valori nutrizionale della pasta senza glutine in effetti non differiscono di molto da quelli conferiti dalla pasta tradizionale a base di semola di grano duro.

 

Detti ciò, cerchiamo di capire quali sono i più importanti valori da considerare confrontando la pasta di mais e riso rispetto alla pasta tradizionale in relazione a 100 grammi di prodotto.

 

-Carboidrati. I carboidrati sono dei macronutrienti e nella pasta priva di glutine sono presenti dai 71 ai 78 grammi in base al tipo di farina utilizzata per la produzione. Questo valore nella pasta tradizionale con glutine vale intorno ai 71 grammi;

 

-Proteine: sono dei macronutrienti importanti per il fabbisogno giornaliero del nostro organismo.

Per le proteine si nota una significativa diminuzione tra le due tipologie di pasta; infatti per la pasta con glutine il valore è superiore a 12 grammi, invece nella pasta “gluten-free” si attesta intorno ai 7/8 grammi per ogni 100 grammi di prodotto; ad eccezione della pasta fatta con farina di mais che ha il medesimo livello di protezione simile a quelle contenute nella pasta tradizionale.

 

-Fibre: anche per le fibre non si segnalano grandi differenze. La pasta “gluten free” ne contiene circa 2/3 grammi identicamente per quella tradizionale a base di frumento.

 

Vitamine,sali minerali e calorie presenti nella pasta senza glutine

 

-Vitamine: la pasta senza glutine, in particolar modo quella composta con farina di riso o mais, contiene vitamine in quantità superiore a quella tradizionale a base di semola.

Si riporta l’esempio della vitamina B3 che è presente nella pasta senza glutine con valori compresi tra i 1400 ai 1900 mg rispetto ai 700 mg della pasta di semola;

 

-Sali minerali: i sali minerali presenti sono il calcio, il fosforo, il magnesio, il potassio, il sodio e il ferro.

Un aumento di rilievo nella pasta senza glutine realizzata con farina di mais, è riscontabile per quanto attiene al fosforo e al magnesio con valori pari a 250 mg e 47 mg, rispetto ai 74 e 20 mg della pasta di semola;

 

-Calorie: tanti consumatori pensano che la pasta senza glutine sia meno calorica, condizionati in qualche modo dalla dicitura “prodotto dietetico” che è stampata sulla busta di confezionamento; in realtà la dicitura è riferita al fatto che il prodotto è destinato per una dieta celiaca e non per dimagrire.

Infatti le calorie sono molto quasi identiche tra le due tipologie di pasta e si attestano intorno alle 350/360 kcal.

È da considerare altresì che la pasta “gluten free” presenta maggiori quantità di amidi e zuccheri semplici, quindi non proprio indicata per soggetti che soffrono di glicemia alta.

 

Benefici della pasta senza glutine

 

Tra i principali benefici le persone celiache o intolleranti al glutine noteranno dei benefici che elenchiamo:

-Rigenerazione del rivestimento dell’intestino tenue che il glutine tende ad infiammare impedendo l’assorbimento dei nutrienti, con la dieta a base di pasta senza glutine tutto torna a funzionare con regolarità.

 

-Riduzione degli effetti collaterali come i gonfiori, la cefalea e quel malessere generale associato a debolezza fisica.

 

-Normalizzazione dei valori anticorpali prima scompensati a causa della reazione immunitaria che il glutine riesce a scatenare.

È importante quando si decide d’iniziare una dieta totalmente gluten-free essere seguiti dal proprio medico o nutrizionista.

 

Le migliori marche di pasta senza glutine

 

Oggi diverse marche che producono pasta tradizionale hanno deciso di diversificare le proprie offerte, presentando sul mercato anche la gamma di prodotti “gluten-free".

 

Tra le principali vanno menzionate Doria, Spadoni, Bontasana, Rummo, Della Monica, Gragnano, Le Celizie, Sapori di casa, Felicia, Fior di Loto.