Perché dovresti provare i biscotti integrali senza glutine

di Il mio granaio
martedì 6 settembre 2022

Perché dovresti provare i biscotti integrali senza glutine

 

Una prima affermazione è che i biscotti integrali contengono molte fibre che sono importanti per l’organismo umano.

 

Molte persone iniziano la loro giornata gustando qualche biscotto, un po’ di frutta fresca e un buon caffè; ma anche i biscotti integrali di tipo Bio senza glutine favoriscono un buon mattino fornendo la giusta carica per affrontare le attività quotidiane.

L’importanza delle fibre

 

 

Le fibre contenute nei biscotti integrali sono una fonte importante di effetti benefici per il nostro l’organismo, in maniera specifica per l’intestino, le fibre partecipano e contribuiscono al corretto equilibrio della flora intestinale.

 

Le fibre di fatto non vengono assorbite dal nostro organismo ma sono in ogni caso di utilità al fine di favorire la corretta salute dell’intestino.

 

Un biscotto integrale, fonte di energia, è quello fatto con l’avena integrale che è nota soprattutto per le sue qualità energetiche, per l’alto contenuto di carboidrati che rende perfetta la colazione per le attività seguenti e che rigenera le energie per gli sportivi dopo le fatiche di un allenamento.

 

Le caratteristiche delle fibre

 

Gli alimenti ricchi di fibre servono anche per prevenire problemi di stitichezza e regolarizzazione dell’intestino; inoltre sono capaci di donare sazietà per un tempo maggiore, grazie all’azione delle fibre, lo stomaco trasmette un senso di sazietà che aiuta a mangiare di meno.

 

Non solo ma la loro abbondante presenza in un pasto ricco di carboidrati rallenta la velocità con cui vengono assorbiti gli zuccheri, con un’efficace riduzione della risposta insulinica e quindi con un sano effetto protettivo nei confronti del diabete.

 

 

Seguire una dieta varia, ricca di frutta e verdura, insieme a legumi e cereali integrali è garanzia del giusto quantitativo quotidiano di fibre senza alcuna rinuncia al gusto e al mantenimento della linea, aiutando il corpo a stare bene e in forma.

 

Un’altra componente che si abbina ai biscotti integrali è pure quella che riguarda la presenza o meno di glutine, in effetti il mercato propone già dei biscotti integrali senza glutine, adatti alle persone intolleranti celiache che sono intolleranti a questa proteina.

 

Le tipologie dei cereali integrali

 

Tra i cereali integrali che non contengono glutine elenchiamo il riso, la quinoa, l’avena, il miglio, il mais, il grano saraceno, l’amaranto che quindi possono essere gustati anche dai soggetti celiaci.

 

I celiaci sono persone che sviluppano una accertata ipersensibilità al glutine.

 

Per queste persone è dunque richiesta una dieta che sia equilibrata e apporti i giusti nutrienti, un valido aiuto viene perciò dalla corretta conoscenza degli alimenti e delle loro singole proprietà nutrizionali, un esempio è fornito proprio dai cereali senza glutine, il loro apporto calorico può essere addirittura superiore a quelli tradizionali che contengono glutine.

 

Per questo nella dieta destinata ai celiaci, riveste importanza significativa il sapere che alcuni cereali, come miglio e mais danno un apporto proteico inferiore, ma sono però più ricchi in carboidrati; altro esempio sono i prodotti industriali composti con farine “gluten free”, che però possono a loro volta contenere quantità più elevate di zuccheri e di grassi.

 

Perchè è importante seguire la dieta per essere in salute

 

Per questi motivi i celiaci che vogliono dimagrire dovendo giocoforza continuare a seguire una dieta senza glutine devono adeguarsi a un corretto regime alimentare da concordare con il proprio medico nutrizionista.

 

Spesso accade che a influenzare il peso di una persona siano insieme la qualità e la quantità nutrizionale dei prodotti che si assumono in tutta normalità, questo significa che non si conoscono o non si seguono le linee guida della dieta.

 

Per una corretta dieta senza l’apporto di glutine le linee guida sono fondamentali in quanto servono da aiuto per cibarsi nel modo più sano possibile e in maniera bilanciata rispetto ai nutrienti, per non commettere l’errore di assumere maggiori quantità di calorie che non sono affatto necessarie.

 

Un regime alimentare senza glutine è seguito anche da persone non celiache che desiderano controllare il loro peso, tuttavia, per una persona sana l’esclusione del glutine dalla propria dieta non è propriamente consigliato e presenta alcuni svantaggi.

 

Biscotti integrali senza glutine

 

Sono tante le linee di biscotti integrali senza glutine proposti nelle gamme di prodotti che le case produttrici propongono sul mercato per questo esclusivo settore; sono linee nello specifico pensate per chi è intollerante al glutine.

 

Sono perciò prodotti con totale assenza della proteina glutine, l’ingrediente principale è costituito dalla farina di riso integrale o la farina di grano saraceno integrale.

 

Alcune versioni di questi biscotti sono anche senza lattosio, nella loro composizione viene utilizzato l’olio di semi di girasole, un lievito madre di qualità e un basso contenuto di sale.

 

Controllare sempre le etichette

 

Un consiglio da ricordare è quello per cui quando si fanno gli acquisti dei cibi è bene leggere le etichette dei prodotti, primo per verificare che siano effettivamente i prodotti siano realmente integrali e poi verificare che contengano la spiga barrata che è il simbolo che certifica l’assenza di glutine.

 

Inoltre l’elevato contenuto in fibre non sempre significa che un determinato prodotto sia effettivamente integrale, poiché nell’elenco degli ingredienti i cereali integrali sono riportati separatamente e riportati per tipologia, anche se non vengono indicate le quantità.