La pasta integrale contiene glutine?

di Il mio granaio
giovedì 28 luglio 2022

La pasta integrale contiene glutine?

Oggi scopriremo realmente se la pasta integrale contiene glutine!

Molto spesso ci si chiede se la pasta integrale sia o meno indicata per essere consumata da soggetti affetti da celiachia.

La risposta non è univoca e varia al variare del tipo di cereale con cui la pasta è stata prodotta.

Se i cereali considerati contengono glutine, come la semola, il farro e l’avena, la pasta, anche se di tipo integrale contiene anch’essa glutine e quindi non può essere mangiata dai celiaci, se invece la pasta è prodotta con farine prive di glutine come quella di mais o di miglio, allora può essere consumata tranquillamente anche dai celiaci.

Per prudenza è sempre bene leggere l’etichetta del prodotto e cercare l’indicazione con la presenza di una spiga sbarrata accompagnata dalla della dicitura “senza glutine”.

Differenza tra pasta integrale e normale

La principale differenza tra una pasta integrale e una pasta bianca risiede nel processo di lavorazione.

Le calorie per 100 grammi di una pasta integrale è di circa 324 Kcal, mentre sono di circa 253 Kcal quelle contenute nella pasta bianca.

La pasta integrale è però considerata più salutare, questo perché il contenuto di lipidi è minore rispetto alla pasta bianca, e anche perché vi è una notevole presenza di fibre e di carboidrati complessi.

La pasta integrale ha anche un buon apporto di proteine vegetali utili a importanti funzioni nell’organismo in misura maggiore rispetto alla pasta bianca.

 

Cos'è Pasta Integrale senza glutine? 

Se ti piace molto la pasta, ma devi seguire la dieta che ti hanno prescritto significa che non devi abusare dei carboidrati.

Se in più sei celiaco e quindi allergico al glutine, e sei amante del sapore gustoso delle penne, esistono paste integrali senza glutine che fanno al caso tuo.

Sono paste composte sostanzialmente di sola farina di riso integrale e di quindi totalmente assenti di glutine.

La pasta integrale di riso, è perciò una valente alternativa alla pasta comune immessa sul mercato e prodotta con farina di grano.

Le penne di riso integrale sono un piatto tradizionale ottenuto, appunto, dalla farina di riso integrale; sono specificamente formulate per soggetti intolleranti e/o celiaci, per coloro che pur non essendo in queste condizioni preferiscono affidarsi a una dieta nutrizionale senza glutine; la pasta è trafilata al bronzo, ha un sapore insieme deciso e gustoso.

 

Gli ingredienti della pasta integrale di riso senza glutine è composta da: 

Farina di riso integrale al 100%, molto raccomandata in special modo per la salute dell’apparato cardiovascolare poiché a bassissimo contenuto sia di grassi che di colesterolo e anche di sodio, per cui può essere inserita nella dieta per pazienti ipertesi. La farina di riso e ricca di ottime percentuali di contenuto di minerali come il calcio e il ferro e le vitamine come la niacina, la vitamina D, la tiamina e la riboflavina; questa pasta è biologica e senza OGM.

 

Quali sono le cause della celiachia?

Una dieta con assenza totale di glutine ad oggi è l’unica terapia che i soggetti con problematiche dovute alla celiachia possono e devono adottare, devono sempre stare attenti a cosa si mette nel piatto e capire cosa è consentito di mangiare e cosa è negato, l’attenzione è dovuta perché escludere del tutto il glutine dalla dieta è una cosa complicata: infatti i che i celiaci non devono consumare e ai quali non sono permessi si trovano in una miriade di prodotti alimentari e quindi il rischio reale di contaminazione da glutine durante i processi di lavorazione nell’industria alimentare è abbastanza elevato.

La celiachia di fatto è una malattia infiammatoria permanente dell’intestino, essa è scatenata dagli alimenti ingeriti che contengono glutine in quei soggetti che sono geneticamente predisposti.

Per la forma classica conosciuta i sintomi della celiachia, con vario grado di gravità, sono la diarrea, il gonfiore e dolore addominale, la perdita di peso dovuto al cattivo assorbimento intestinale, il rallentamento della crescita.

 

Quando si manifesta la celiachia?

La celiachia si manifesta quando il sistema immunitario per errore attacca il tessuto sano della parete intestinale.

Nelle persone celiache il glutine attiva il sistema immunitario che non riconosce alcune molecole dell’intestino e considerandole dannose attiva una reazione contro di esse attivando un’infiammazione dell’intestino e l’appiattimento dei villi.

Si attivano così i disturbi tipici della malattia celiaca.

La sostanza che scatena la reazione del sistema immunitario contenuta nel glutine ed è chiamata gliadina.

Non è ancora noto perché solo il 3% delle persone predisposte geneticamente alla celiachia e che consumano glutine tendono a sviluppare la malattia, né perché alcuni presentino sintomi lievi e altri gravi, è risaputo però che alcuni fattori come la familiarità, i fattori ambientali e le malattie autoimmuni potrebbero avere un ruolo nello sviluppo della malattia.

Alla luce di quanto sopra se è tuo desiderio dotarti di una pasta nutriente se soffri di celiachia ma anche se non ne soffri preferendo non integrare il glutine nella tua dieta alimentare, la pasta senza glutine Bio è il consiglio che ti diamo.

Infatti, questo tipo di pasta può soddisfare ogni attesa di gusto senza ostacolare gli obiettivi della tua dieta nutrizionale.